Il pedagogista in aiuto alla persona


001280Il pedagogista formato per intervenire in aiuto alla persona (clinico) è un professionista del settore socio-educativo che, con regole esclusivamente educative, metodi e tecniche proprie, si rivolge a persone di ogni età al fine di promuovere ed estendere le capacità individuali e sociali e favorirne il processo di sviluppo. Differenziandosi da un modello sanitario esso non si rivolge al “caso” né al “paziente”; poiché ritiene la persona unica e con specificità proprie, non si concentra sui disturbi e le incapacità o sul deficit, non corregge né cura, né attua interventi di “ri-abilitazione” o “terapeutici”. Questo specialista sostenuto da una valida epistemologia e da lemmi distintivi non attua interventi divisibili in obiettivi e sotto-obiettivi, persegue l’idea di continuum rispetto a quello di “fase” o “stadio” e ritiene che lo sviluppo della persona non è sezionabile, e da soddisfare senza l’uso di “esercizi”, bensì con esperienze rivolte alla globalità.
L’orientamento delle Pedagogia in Aiuto alla Persona non accoglie i termini “disturbo” e “trattamento”, ed evita i termini “scala”, “livello”, “profilo”, “bilancio”, “prove”, “esame”, “tipologia”, “categoria”, poiché li considera riduzioni di generi assai complessi, impoveriti di contenuti.
L’impegno professionale trova pure un distinguo privilegiato nel termine “simpatia” rispetto ad “empatia”. L’empatia (cfr. Rogers) è la capacità del professionista di sentire con consapevolezza le emozioni, i valori personali, gli stati interni del cliente e i loro significati “come se” fosse quella persona (a condizione di non sovrapporre o intrecciare la cornice di riferimento del cliente con quella propria); la simpatia è invece l’abilità di percepire la situazione sentendo dentro di sé qualcosa di simile alla persona coinvolta, quindi si tratta di uno stare in relazione con l’altro al fine di promuovere un cambiamento nel modo di “vedere” la realtà, ma è fornire, all’interno di un clima favorente, lo sviluppo in espansione di sé.
Il pedagogista rivolgendosi in aiuto alla persona ha lo scopo di accompagnarla verso il cambiamento e la conquista di nuovi equilibri considerandola nella sua globalità, con l’obiettivo di attivare e valorizzare, attraverso una relazione pedagogica, potenzialità e sviluppare abilità e disponibilità.
Guidati da questi principi che distinguono la categoria professionale caratterizzata da un ricco criterio scientifico e tecnico-metodologico, il pedagogista si avvia alla conoscenza dell’altro al fine di trovare indirizzi e confluenze per idonee iniziative educative di aiuto alla persona.


Dott.ssa Tatiana Ruaro

Informazioni su Dott.ssa Tatiana Ruaro

Dott.ssa Tatiana Ruaro Esperto nei Processi Educativi e Formativi Pedagogista, Pedagogista Clinico Iscritto ANPEC nr. 4443 Iscritto SINPE nr. 2342 Professionista disciplinato dalla Legge 4/2013